text.skipToContent text.skipToNavigation
ShapeDrive – La tecnologia

ShapeDrive – La tecnologia

L’elevata qualità della nuvola di punti 3D dei sensori ShapeDrive stabilisce nuovi standard nell’ambito della misurazione 3D degli oggetti. Poiché la proiezione strutturata della luce e il processo di registrazione simultaneo non comportano alcun movimento del sensore o dell’oggetto, si ottiene una rapida digitalizzazione dei dati 3D.

ShapeDrive MLAS & ShapeDrive MLBS

In qualità di pioniere nel campo della misurazione tridimensionale degli oggetti, ShapeDrive convince non solo con il suo fondato know-how. Nella realizzazione di applicazioni industriali 3D, i clienti beneficiano anche di oltre dieci anni di esperienza con l’innovativo principio di funzionamento della luce strutturata e di innumerevoli soluzioni installate.
​​​​​​​
  • Camera ad alta risoluzione con 5 o 12 megapixel
  • Risoluzione precisa (Z) possibile fino a 3 µm
  • Ottica ad alte prestazioni per campi di misurazione da 30 x 25 x 10 mm a 1300 x 860 x 800 mm
  • 16 modelli ShapeDrive
Tecnologia ShapeDrive sensori 3D - Interfacce

Interfacce e software

  • Libreria di programmi per il collegamento a software esterno
  • Software Development Kit libero (SDK) da scaricare per tutti i sensori ShapeDrive (inclusi DLL, descrizione, esempi)
  • 10 Gigabit Ethernet
Tecnologia ShapeDrive sensori 3D - Selezione del modello

Selezione modello

  • 16 modelli ShapeDrive
  • 8 diversi campi di misurazione
  • 2 classi di rendimento
Tecnologia ShapeDrive sensori 3D - Tecnologia

Tecnologia

  • Algoritmi ottimizzati anche per superfici nere e lucide
  • Risoluzione camera di 5 megapixel o 12 megapixel
  • Server web integrato per la configurazione e l’analisi
  • Elevata affidabilità in caso di variazioni di colore e luce ambientale
Tecnologia ShapeDrive sensori 3D - Supporto per l'uso

Utilizzo e supporto

  • Assistenza mondiale
  • Possibilità di prestito di sensori ShapeDrive
  • Demo VisionApp 3D gratuito per la visualizzazione di nuvole di punti 3D
Tecnologia ShapeDrive sensori 3D - Principio di funzionamento

Luce strutturata con angolo di triangolazione.
Il principio di funzionamento.

I sensori 3D proiettano diversi modelli sull’oggetto da misurare e li registrano nuovamente con una camera. L’oggetto viene poi digitalizzato in una nuvola di punti 3D. Né l’oggetto né il sensore 3D sono in movimento. In questo modo il rilevamento può essere eseguito in modo rapido ed estremamente preciso.

1) Camera ad alta risoluzione
2) Light engine
3) X, Y = Campo di misurazione
4) Z = Campo di lavoro
Sensori 3D ShapeDrive

Una famiglia, due classi di rendimento e migliaia di soluzioni

I sensori 3D della serie ShapeDrive offrono una gamma dinamica ultraelevata in termini di colore e luminosità dell’oggetto. I sensori forniscono risultati affidabili anche su superfici metalliche e lucide. I sensori ShapeDrive riconoscono sia le più piccole caratteristiche dei componenti grazie all’altissima risoluzione, che grandi volumi di misurazione come il rilevamento rapido del contenuto di eurobox ed europallet.
La misurazione simultanea dell’intensità del segnale consente di ottenere immagini in grigio ad alto contrasto. Questi possono essere utilizzati, ad esempio, per il riconoscimento di codici DataMatrix e a barre o contaminazione di oggetti – senza hardware aggiuntivo. 
Confronto dei prodotti
3/4
4/4
5/4
6/4