text.skipToContent text.skipToNavigation
Sensori per l’area di lavaggio

Sensori per l’area di lavaggio

I sensori per lavaggio intensivo sono ideali per l’impiego nell’area di spruzzatura nell’industria alimentare, delle bevande e dell’imballaggio.
Grazie alla custodia in acciaio inox V4A di alta qualità, sono robusti e resistenti alla corrosione. Grazie all’elevato grado di protezione IP69K, i sensori possono essere integrati in impianti dove possono resistere a lavaggi ad alta pressione fino a 100 bar e a temperature dell’acqua fino a 80 °C. Inoltre, i sensori sono certificati ECOLAB e quindi resistono a detergenti aggressivi.
Icona Sensori optoelettronici

Sensori optoelettronici

Sensori optoelettronici in forma miniaturizzata 2K




 
  • Custodia in acciaio inox V4A (1.4404/316L) per un’elevata resistenza alla corrosione
  • Elevata resistenza termica
  • Resiste a una pulizia intensiva e frequente, anche con idropulitrici fino a 100 bar e temperatura dell’acqua di 80 °C grazie al grado di protezione IP69K
  • Elevata stabilità meccanica e resistenza agli urti e ai colpi
  • Fascia di temperatura a partire da −40 °C per l’impiego in celle frigorifere
Ulteriori informazioni sulla forma miniaturizzata 2K sono disponibili qui.
Icona bianca Tutorial

I sensori optoelettronici possono rilevare o contare oggetti senza contatto tramite la luce e misurare le distanze. La forma miniaturizzata di alta qualità in acciaio inox V4A (1.4404/316L) è disponibile come tasteggi diretti con soppressione dello sfondo, sensore di distanza laser long range, tasteggi diretti energetici, barriera unidirezionale, barriera catarifrangente universale e barriera catarifrangente per oggetti trasparenti. A seconda dell’applicazione, è possibile scegliere tra diversi tipi di luce, come luce blu, luce rossa o luce laser rossa.

I sensori optoelettronici del formato 2K fanno parte della famiglia PNG//smart. Dispongono di un asse ottico allineato e offrono una comunicazione intelligente tramite IO-Link e Condition Monitoring.

Ulteriori informazioni sulla tecnologia PNG//smart sono disponibili qui.

Sensori di distanza laser long range P2PY



 
  • Resistenti ai lavaggi ad alta pressione fino a 100 bar e temperatura dell’acqua di 80 °C grazie al grado di protezione IP69K
  • Elevata robustezza meccanica grazie alla custodia saldata al laser
  • Fascia di temperatura a partire da −40 °C per l’impiego in celle frigorifere
  • Materiali sicuri per gli alimenti con conformità FDA
  • Resistenti ai detergenti grazie all’acciaio inox V4A
  • Componenti in plastica chimicamente resistenti per un’elevata resistenza chimica dei materiali 
  • Marcatura laser indistruttibile e inconfondibile per una visibilità duratura

I sensori di distanza laser long range con wintec sono potenti sensori a tempo di volo che funzionano con laser rossi. In questo modo coprono ampi campi di lavoro e riconoscono gli oggetti in modo sicuro e affidabile anche a grandi distanze. 

La nuovissima generazione wintec con tecnologia DS fornisce risultati precisi fino a 10 metri e si contraddistingue in particolare per il fatto che può riconoscere gli oggetti in modo affidabile, indipendentemente dal loro colore o dalle caratteristiche della superficie, come ad esempio la lucentezza, anche a inclinazioni estreme. 

Ulteriori informazioni su wintec sono disponibili qui

Barriere fotoelettriche a forcella P1HJ



 
  • Custodia in acciaio inox V4A anticorrosione con design Washdown e certificazione ECOLAB
  • Fascio di luce laser collimato (Ø 0,35 mm su tutta l’ampiezza della forcella) per il rilevamento delle parti più piccole (40 µm)
  • Riconoscimento di oggetti trasparenti
  • Elevata frequenza di commutazione (10 kHz)
  • Tasto teach-in e teach-in esterno
Icona bianca Tutorial

Le barriere fotoelettriche a forcella optoelettroniche funzionano con un sottile fascio laser secondo il principio emettitore-ricevitore e consentono quindi il riconoscimento affidabile di oggetti, anche di parti trasparenti o minuscole. Durante il montaggio, la visibile luce laser rossa consente di allineare facilmente il sensore con l’oggetto; emettitore e ricevitore sono installati in modo permanente e non devono essere allineati tra loro. Le flessibili ampiezze della forcella comprese tra 50 e 220 mm consentono un impiego versatile delle barriere fotoelettriche a forcella.

Confronto dei prodotti