text.skipToContent text.skipToNavigation

Rilevamento dell’introduzione nei sistemi automatici per la restituzione dei vuoti tramite sensore di distanza a ultrasuoni

Le macchine per la restituzione dei vuoti accettano, tra l’altro, i contenitori monouso da riciclare. I cosiddetti Crasher in essi presenti triturano ad es. le bottiglie in PET o le lattine, per poter scaricare il materiale con il minimo ingombro. Per evitare frodi, il processo di frantumazione deve essere monitorato da un sensore di distanza a ultrasuoni. Per ogni Crasher viene installato un sensore nella custodia miniaturizzata compatta 1K. Grazie all’interfaccia IO-Link integrata è possibile impostare i valori misurati, ma anche la sensibilità e il cono di trasmissione.
Applicazioni correlate si trovano qui.

Sensori di distanza a ultrasuoni

I sensori di distanza sono adatti al riconoscimento, alla distinzione e alla misurazione di oggetti tramite ultrasuoni. Diverse modalità di funzionamento, come il funzionamento sincrono, multiplex o a barriera, possono essere impostate tramite display o centralmente tramite IO-Link, diverse varianti di uscita e forme costruttive consentono molteplici possibilità di impiego.

Prodotti adatti

I prodotti qui elencati sono ideali per l’impiego in questa applicazione.

Contatto

*opzionale

Confronto dei prodotti